Power Mac Gx Usato

Power Mac Gx Usato

Perchè scegliere di acquistare un Power Mac Gx Usato?

Power Mac Gx Usato e Ricondizionato è in vendita nel nostro sito, a prezzi nettamente vantaggiosi rispetto ad un Power Mac Gx nuovo.

Tutti i prodotti Power Mac Gx Ricondizionati sono venduti direttamente da Apple con garanzia di 1 anno, mentre i prodotti usati godono del diritto di recesso di 14 giorni dalla data di ricezione.

Power Mac Gx: informazioni e specifiche

I Power Macintosh G3 sono una linea di computer prodotti da Apple. Essi usano il microprocessore PowerPC G3 (PPC750).

Il maggiore incremento alle prestazioni del sistema è stato portato dall'introduzione di un'ampia cache di secondo livello che ha ridotto i tempi di attesa dei dati e ha sgravato il bus di sistema di una parte del carico, migliorandone quindi l'efficienza. La cache L2 e il processore PowerPC G3 prodotto da Motorola rendevano il Power Macintosh G3 notevolmente più veloce di un IBM compatibile a frequenze di funzionamento simile. Originariamente il Power Mac G3 era stato progettato come un modello intermedio tra i computer Performa e i Power Mac di fascia alta come l'8600 e il 9600. Durante lo sviluppo fu subito chiaro che i G3 erano il realtà più veloci anche del Power Mac 9600 e quindi l'Apple decise di farlo diventare un computer di fascia alta.

Power Macintosh G4 è una linea di computer prodotta da Apple. Questa linea utilizza il processore PowerPC G4 (PPC7400).

Il primo Power Macintosh G4 è stato presentato a San Francisco il 31 agosto 1999. Questo modello ha un case blu con una serigrafia centrale del logo dell'Apple Computer. Il processore funzionava a una frequenza di 350 MHz o 400 MHz: queste versioni in realtà non erano altro che un adattamento dei precedenti Power Mac G3 con una nuova CPU. Le prime versioni basate su una nuova scheda madre unificata funzionavano a frequenze di 450 MHz e 500 MHz. Quella scheda madre unificata comprendeva oltre alle solite porte anche un bus AGP. La versione a 500 MHz fu disponibile solo il 16 febbraio 2000 dato che Motorola aveva avuto dei problemi a fabbricare i processori a quella frequenza. Il progetto venne modificato e durante il Macworld Expo di New York il 19 giugno 2000 venne presentata la versione biprocessore a 450 e 500 MHz. Fu il primo computer a includere la Gigabit Ethernet. Il 9 gennaio 2001 fu presentata una nuova revisione che includeva un lettore DVD, era il primo computer a includerlo di serie. Vennero aggiunti anche degli amplificatori audio. I modelli disponibili avevano frequenze comprese tra 466 MHz e 733 MHz, era disponibile anche il biprocessore a 733 MHz.

Power Mac G5 è il nome dato da Apple Computer al modello di Power Macintosh che utilizza il processore PowerPC G5. La prima versione venne presentata nel giugno del 2003 ed era single core mentre l'ultima versione di Power Mac G5 era composta da 3 modelli tutti dual core e venne presentata nell'ottobre del 2005. Dal 16 giugno 2009 Apple ha dichiarato obsoleto il primo esemplare della famiglia e ne ha dismesso l'assistenza.[1] Il processore comunicava con la memoria utilizzando un bus funzionante alla metà della frequenza del processore. Questo vuol dire che per esempio il dual a 2.5 GHz era dotato di un bus di sistema ad una frequenza di 1,25 GHz. Il bus del G5 era formato da due bus a 32 bit indipendenti, quindi, mentre un processore preleva i dati dalla memoria, l'altro processore poteva trasferire dati verso la memoria o le periferiche. Questa scelta permetteva di ottenere frequenze di funzionamento più elevate dato che i bus erano specializzati. Uno trasmette solo i dati e l'altro invece riceve i dati. Essendo i due bus specializzati si poterono adattare le impedenze a seconda se ricevevano o trasmettevano i dati. Era l'adattamento di impedenza specifico che consentiva frequenze più elevate dei normali computer. I due bus indipendenti consentivano al G5 di avere una banda passante teorica di 10 GB/s. Il G5 era in grado di accogliere fino a 16 GiB di memoria RAM: ciò era consentito dall'architettura della macchina che, essendo a 64 bit, poteva indirizzare un quantitativo di memoria notevolmente superiore a quello di un sistema a 32 bit, nello specifico fino a 4 PiB. Tutti i modelli dei Power Mac G5 erano dotati di un avanzato sistema di raffreddamento. Il computer era diviso in zone ed era dotato di 21 sensori che misurano la temperatura e forniscono le misurazioni al sistema operativo, il quale provvedeva a regolare dinamicamente la velocità delle nove ventole presenti nel computer. La versione Quad core era dotata di un sistema di raffreddamento a liquido che consentiva di dissipare la potenza generata dai processori in modo efficiente e sicuro. Data la loro potenza di calcolo, inizialmente i Power Mac G5 sono stati utilizzati anche dal Politecnico della Virginia per realizzare il loro cluster di calcolo. I Power Mac G5 sono stati sostituti dai server Xserve G5, a 2,3 GHz che sono molto più piccoli e hanno un consumo inferiore di energia.